Dopo 5 giorni di ricerche, si suppone siano di Incarbone

(ANSA) - VIGEVANO (PAVIA), 16 FEB - I sommozzatori del vigili del fuoco nella tarda mattinata di oggi hanno ritrovato resti umani nel Ticino. Sono in corso gli accertamenti per capire se appartengano, come tutto lascia supporre, a Filippo Incarbone, il camionista di 49 anni ucciso ai primi di gennaio e gettato nel fiume. Per il delitto sono in carcere due vigevanesi, Michael Mangano, 31 anni, e Gianluca Iacullo, 44. Il loro fermo, eseguito dai carabinieri nelle prime ore di giovedì, è stato convalidato ieri dal gip di Pavia Luisella Perulli, che ha disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere.

Da cinque giorni consecutivi i vigili del fuoco stavano scandagliando quel tratto del Ticino, tra le località Ramo delle Streghe e Buccella, dove i due fermati hanno ammesso di aver gettato il corpo senza vita di Incarbone. Intanto da questa mattina i carabinieri dei Ris di Parma sono al lavoro nell'abitazione di via Buccella dove sarebbe stato commesso il delitto. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.