Cala Domestica, bagnante rischia di affogare e viene salvato, la sindaca: “Vite a rischio, vi prenderei a calci nel sedere”. Movimentato episodio nella bellissima spiaggia di Cala Domestica, un bagnante salvato per miracolo dai bagnini. La sindaca di Bugerru Laura Cappelli non ci sta: “Non lamentatevi quando il bagnino vi riprende per i vostri tuffi nel mare mosso, quel fischio vi sta salvando la vita. E scusatemi se sono poco diplomatica, ma dopo avervi salvato la vita io vi prenderei a calci nel sedere, perché oltre alla vostra, mettete a rischio la vita dei bagnini di salvataggio, che tra l’altro potrebbero evitare di intervenire durante mareggiate di questo tenore. 
Oggi a Cala Domestica un bagnante ha rischiato la vita, solo grazie all’intervento di Marco ❤, il bagnino dello stabilimento balneare, si è scongiurato il peggio. 
Grazie al personale della Croce Azzurra di Buggerru, sempre presenti, grazie ai Carabinieri della Stazione di Buggerru, grazie a Paolo, Sandro e Luca per essersi letteralmente catapultati in spiaggia, grazie al personale dello stabilimento, importante presidio per la località.
Se non ci fosse stato il segnale telefonico, oggi staremo scrivendo altro.  Siate prudenti. Con il mare non si scherza”, le parole della sindaca di Buggerru Laura Cappelli nel suo post su Fb. 

L'articolo Cala Domestica, bagnante rischia di affogare e viene salvato, la sindaca: “Vite a rischio, vi prenderei a calci nel sedere” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.