In parte è stato il Black Friday, la settimana di fine novembre con gli sconti pazzi che ha portato tanti cagliaritani a spendere per i regali di Natale, in parte l’effetto crisi. Le immagini dei pienoni delle vie dello shopping non devono ingannare, l’umore dei commercianti non è al top, anzi. Tante occhiate, tante promesse di ripassare tra qualche giorno e pochi affari. La ripresa c’è rispetto al 2021 e 2020 segnati dal Coronavirus, ma non si è tornati ai livelli di pre pandemia. Omar Scalas, venditore di scalare in via Garibaldi, è il più netto: “Ha influito tanto il Black Friday, ora non incassiamo come vorremmo. Le scarpe partono da settanta euro sino ad arrivare ai 180 degli stivali, la gente è però abbonata alla richiesta degli sconti”. E non è facile accontentarla sempre. “La calzatura non è un regalo che tira, va meglio rispetto all’anno scorso ma la gente non acquista frivolezze ma solo oggetti utili”, spiega. “E siamo vittime dei colossi, io stesso stamattina ho ricevuto un sms da parte di una catena di abbigliamento che mi propone sconti folli sino all’11 dicembre”. In via Manno, il gioielliere Antonio Della Maria lo dice chiaramente: “Siamo passati dalla crisi del Covid a quella economica, legata anche alla guerra. La gente acquista oro e argento perché sa che è un investimento, non siano ancora tornati ai giri di affari pre Covid. Cosa serve per rilanciare l’economia? Che il nuovo Governo ci aiuti, sta già facendo qualcosa ma la strada è ancora lunga”. In controtendenza le casette natalizie di piazza Yenne e del Corso Vittorio, dove c’è anche chi paga venti euro per tre salsicce made in Puglia, come conferma Mauro Mancino, arrivato a Cagliari direttamente da Andria: “Gli affari vanno bene e sono soddisfatto”, dice, snocciolando i vari prezzi: “Dai sei agli otto euro del formaggio, tre buste di taralli a tredici euro e tre vaschette di olive a venti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.