Un furto, l’ennesimo, compiuto nel cuore della notte a Cagliari. Stavolta è toccato al rione della Fonsarda, i ladri sono riusciti a entrare in una pizzeria di via Giudice Chiano e scappare con soldi e alcolici, senza lasciare apparentemente nessuna traccia. Il fatto è avvenuto poco più di una settimana fa, come si legge nella denuncia fatta ai carabinieri dal figlio di Mereu, Simone. Il bottino non è elevatissimo: 150 euro in contanti casse con dentro bottiglie di prosecco, uno smartphone e, non si perchè, anche il registro delle chiusure fiscali, con dati sensibili che partono dallo scorso primo maggio: “Sono riusciti a sollevare la serranda, sprovvista di gancio o di serratura perchè non funziona”, si legge nella denuncia. Per i malviventi, forzare la porta d’ingresso è stato poco più di un gioco da ragazzi. “Sono amareggiato”, commenta Sergio Mereu. Da un anno ha aperto il locale nel rione della Fonsarda, una pizzeria, dopo aver lavorato nel Corso Vittorio Emanuele. In un rione più tranquillo e meno votato alla movida pensava di essere al sicuro: “Non mi sarei mai aspettato di restare vittima di un furto proprio in questo rione”.  Le indagini dei carabinieri vanno avanti, nel locale “non ci sono telecamere o sistemi di sicurezza”, prosegue Mereu. Che aggiunge: “So che hanno cercato di entrare anche in altri negozi della zona, ma non ci sono riusciti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.