L'operazione della Squadra mobile nel quartiere di Villanova

CAGLIARI. Dosi di cocaina ed eroina pronto spaccio nascoste nei calzini e nel ripiegamento delle maniche del maglione: nel pomeriggio di ieri 5 gennaio i poliziotti del Gruppo Falchi della Squadra Mobile della questura arrestato il disoccupato G.S., 50 anni, e denunciato in stato di libertà il 62enne S.F., resisi responsabili di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli investigatori tenevano da giorni sotto osservazione un bar nel quartiere Villanova poiché diventato la base di spaccio di due pusher cagliaritani. Notando movimenti sospetti, ieri sera hanno fatto scattare il blitz puntando direttamente sui due sospettati di spaccio: uno veniva trovato in possesso di undici dosi di Eroina nascoste nei calzini, l’altro di tre dosi di cocaina occultate nel maglione, nonché la somma complessiva di di 340 euro riconducibile allo spaccio.

Le perquisizioni presso le abitazioni permettevano il sequestro di altra eroina e materiale idoneo alla preparazione delle dosi. G.S. veniva tratto in arresto e accompagnato alla propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata odierna.(l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.