La polizia postale è sulle tracce dei mandanti. Potrebbe avere una coda giudiziaria lo scherzo giocato alla vigilia della sagra di Sant’Efisio all’Alternos Edoardo Tocco. Il presidente del consiglio comunale è stato contattato da una donna qualificatasi come funzionaria dell’Ats che dopo aver comunicato a Tocco di essere entrato in contatto con un positivo al Covid gli imponeva una quarantena, provvedimento che avrebbe impedito all’Alternos di partecipare alla sagra di Sant’Efisio.

“Io credo che questi scherzi di cattivo gusto siano poco edificanti per chi li fa”, ha dichiarato Tocco a Radio Casteddu, “ha creato panico e scompiglio, anche perché c’è molto timore sul Covid, io mi son fatto l’ennesimo tampone all’Ats e son negativo. Credo di aver individuato i responsabili e la polizia postale è sulle tracce dei mandanti di questo scherzo. Me l’avevano fatto anni fa quando ero consigliere regionale. La persona che sta dietro avrà difficoltà a proseguire nel suo lavoro”.

In passato gli scherzi agli Alternos sono stati attribuiti a una fantomatica “Loggia del Toson d’Oro”.

Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/977465283065044/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

L'articolo Cagliari, scherzo all’Alternos: “La polizia postale è sulle tracce dei mandanti” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.