Dall’olio alla farina, dai pelati alle palette e cucchiai di plastica. I fornitori dei ristoranti sardi sono in crisi: gli ordini, naturalmente, sono calati. Con i ristoranti chiusi a cena, l’effetto-valanga ha colpito in pieno anche loro. Meno clienti, meno ordini: l’operazione, purtroppo, è tanto semplice quanto catastrofica. E i ristori, per loro, sono rimasti quasi un miraggio. Un aiuto tra marzo e aprile 2020, poi il nulla. E, se i bar riescono ancora a reggere la clientela, soprattutto quella della mattina, discorso inverso è per i ristoranti: gli incassi maggiori si fanno la sera, e l’asporto o la consegna a domicilio non convincono la maggior parte dei clienti. E i titolari di aziende di fornitura di cibi e prodotti per i ristoratori segnano cali degli affari a doppia cifra. Che però non bastano a rientrare nel programma degli aiuti.
A spiegare il perchè è uno di loro, Roberto Masala, 52enne di Carbonia: “Rifornisco circa 200 attività tra ristoranti, bar e pizzerie. Gli affari sono in calo del 25 per cento, chi apre la sera non può fare i numeri sperati. Porto scatoloni per pizza, farina, detersivi, liquori, olio, pelati e funghi sott’olio. I ristori? Ad aprile, ultimamente no perchè la percentuale di perdita non arriva al 33 per cento. Per avere aiuti economici dallo Stato dovrei essere ancora più povero, praticamente”, afferma. “Ho chiesto aiuto alla banca, mi avevano bloccato il mutuo dell’azienda e, proprio per questo, non mi hanno elargito nessun finanziamento. Sono rimasto a secco”. Un altro fornitore sardo è Stefano Saba: “Lavoro con un centinaio di locali. I bar, almeno per me, sono in forte crisi. Il calo del fatturato, da poco, ha raggiunto il sessanta per cento”. Ma prima, quando “bastava” il 33, le cose andavano meglio: “E infatti non ho ricevuto nessun tipo di ristoro, assurdo. Non siamo noi ad aver deciso di chiudere ristoranti e bar la sera, lo Stato deve aiutare tutte le categorie, e poi farli ripartire anche per l’ora di cena. C’è l’effetto catena: se non lavorano loro non lavoriamo noi”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.