Dal suo letto del covid hospital Patrizia chiama a Radio CASTEDDU: “È un posto eccellente, medici e operatori sono fantastici. Io ora sto bene, attendo solo che il tampone sia negativo. L’ultimo effettuato due giorni fa, era ancora positivo. È una malattia che devasta, sono stata ricoverata con la polmonite bilaterale e mi hanno curato e accudito benissimo.La mia giornata tipo? La mattina ci svegliamo presto, abbiamo anche una vista stupenda: la Sella del Diavolo, Molentargius e anche questo è un respiro dell’anima che aiuta. Dopo che i sanitari rilevano tutti i parametri, come la temperatura, si aspetta che passino gli operatori che si prendono cura delle persone. A casa mia vivo con mia figlia e mia nipote e non vedo l’ora di riabbracciare la mia famiglia”.Quella di Patrizia è una testimonianza molto significativa, “la testimonianza più bella che ci possa essere perché si stanno dando un gran da  fare. La notte, delicatissimi, passano e si avvicinano da ognuno di noi per sentire se abbiamo bisogno di qualcosa e se uno suona il campanello arrivano subito”.Risentite qui l’intervista a Patrizia Giarrizzo di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/980703489131796/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.