Una febbre che arriva, naturalmente, all’improvviso,”tra il 7 e l’8 ottobre “una notte “in bianco” e, poi, la telefonata alla pediatra: “Mia figlia ha avuto un piccolo raffreddore e la febbre, oggi riposa ma domani deve tornare a scuola e mi serve il certificato”. Una richiesta semplice, quella fatta da Manuela D., 37 anni (residente nell’hinterland cagliaritano, il nome è di fantasia per tutelare la privacy della minore) alla dottoressa. Ma, visto che si tratta di un episodio febbrile e le regole sono chiare, scatta la segnalazione all’Ats. “La pediatra mi ha spiegato che sarei stata contattata telefonicamente per il tampone. Sabato scorso è arrivata la chiamata: domenica, alle 10, al Santissima Trinità, dopo aver lasciato tutti i dati, hanno sottoposto la mia bambina al tampone. Il personale medico, gentilissimo e disponibilissimo, mi ha garantito che l’esito sarebbe arrivato entro 72 ore”. Un lasso di tempo “già finito. Nessun esito, ma tante email spedite e telefonate fatte”. E, a quanto pare, a vuoto.“Dopo tanti tentativi mi hanno risposto al numero verde dedicato della Regione, invitandomi a chiamare il Policlinico. Mi hanno fornito un numero di telefono”, racconta la donna, “ma a Monserrato sono stati chiari nel dirmi che, una volta refertato, il tampone e tuta la procedura ritorna di competenza dell’Ats”. Risultato? “Ho inviato una decina di email ad altrettanti indirizzi dell’Assl”. Tutte stamattina, oggetto identico: “Referto non ricevuto Tampone Covid”, idem il messaggio: “Mia figlia, di 6 anni, è bloccata a casa in attesa dell’esito di un tampone richiesto giovedì 8 ottobre 2020 mattina dalla pediatra a seguito di un 37,7 di febbre. La bambina sta perdendo preziosi giorni di scuola, e continuerà a perderne inutilmente”. E, poi, “vi chiedo con cuore in mano di aiutarmi con il referto, effettuato domenica presso il Ss. Trinità. Il laboratorio analisi mi ha confermato essere stato elaborato dal Policlinico ma non mi hanno potuto inviare il referto”. La 37enne si sfoga: “Mia figlia deve rimanere segregata ancora in casa, passiamo le giornate a disegnare e giocare con i gatti solo perchè, per fortuna, sono in smart working. Lei aveva appena iniziato la prima elementare, perdere dei giorni all’inizio dell’anno scolastico è un disagio”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sardegna News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Pizzeria da Birillo

Radio Fusion