“Quello che sta succedendo a Genneruxi negli ultimi tempi, dove bande di ragazzi terrorizzano i residenti, non è accettabile.
Insieme al Questore e al Comandante dei Carabinieri abbiamo deciso di intensificare i controlli e garantire una maggiore presenza nel quartiere. Perché la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto”.
Così il primo cittadino Paolo Truzzu annuncia un giro di vite sul fenomeno dei gruppetti di ragazzini che stanno turbando l’armonia del quartiere con risse e aggressioni.
“Episodi simili, purtroppo, si sono già verificati in passato e non sono di certo giustificabili. Oggi però dobbiamo fare i conti con una situazione diversa”, aggiunge il sindaco, “ la pandemia, e con essa la scuola a distanza e l’assenza dello sport da ben 14 (QUATTORDICI) mesi, ha creato un vuoto sociale e cancellato i punti di riferimento e di aggregazione dei ragazzi.
Anche per questo è necessario riaprire tutto il prima possibile. Per restituire ai nostri ragazzi quei luoghi capaci di tenerli lontani da compagnie sbagliate, di non lasciarli in preda alla noia, di offrire loro opportunità. E anche per questo stiamo cercando di rafforzare il sostegno psicologico scolastico. Abbiamo il dovere di non lasciare soli i nostri giovani”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.