Entro 10 giorni la spiaggia sarà pronta per accogliere i cagliaritani. E oggi si sono concluse le operazioni di rimozione delle canne.“Vogliamo restituire l’arenile gratuitamente ai cittadini per una migliore e imminente fruizione”, ha dichiarato l’assessore al Turismo Alessandro Sorgia, “abbiamo rimosso tutte le canne (35 tonnellate) e i tronchi, setacciando anche i frammenti, separandoli dalla posidonia e dalle patate di mare, che sono state riposizionate a protezione delle dune, tutto sotto supervisione di un geologo esperto. Oltre ad aver rimosso mezza tonnellata di plastica, praticamente tutto a mano per impattare il meno possibile sulla struttura dell’arenile. Stiamo facendo il possibile e anche di più”.Dopo le mareggiate della seconda metà di dicembre 2019 e della prima metà di gennaio 2020, si è riversata nel golfo di Cagliari un’ingente quantità di canne proveniente dagli alvei dei fiumi, le successive mareggiate hanno trasportato e distribuito le canne lungo tutto l’arenile del capoluogo che si sono stabilizzate tra la battigia e le immediate vicinanze della strada.“Gli interventi sono durati 40 giorni sono state 20 le persone impiegate”, ha dichiarato l’assessore all’Igiene del suolo Alessandro Guarracino, “e c’è stata la supervisione costante di tutte le attività da parte di un geologo e con la collaborazione del competente dipartimento dell’Università degli Studi di Cagliari”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.