La Sezione Antidroga della Squadra Mobile  ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Cagliari, nei confronti di una cittadina nigeriana di 57 anni, indagata per traffico di droga. Nella mattinata di ieri gli investigatori hanno rintracciato e arrestato la donna, che dovrà scontare un residuo di pena di quasi 14 anni.

La condanna definitiva è stata emessa a seguito dell’operazione della squadra Mobile “Compagnia delle Indie”, una scrupolosa attività di indagine iniziata negli anni 2004 e 2005, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cagliari, che coinvolse oltre 40 persone, indagate ed in parte già condannate in via definitiva, a vario titolo, per delitti di natura associativa in materia di narco-traffico nazionale ed internazionale, nell’ambito della quale è stata accertata anche l’attività illecita della donna,.

E’ proprio in considerazione di ciò che la Suprema Corte di Cassazione ha accolto la richiesta degli investigatori della Squadra Mobile, rigettando il ricorso della donna e di altro soggetto già detenuto, rinviando, inoltre, per alcuni altri imputati gli atti alla Corte d’Appello per un ulteriore giudizio..

La 57enne, dopo le formalità di rito è stata accompagnata presso la Casa Circondariale di Uta.

L'articolo Cagliari, operazione “Compagnia delle Indie” contro il narco-traffico: condanna definitiva per una 57enne proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.