Cagliari, obbliga la cognata ad avere un rapporto sessuale: in carcere un impiegato 54enne.

E’ avvenuto ieri a Cagliari. I carabinieri della Stazione di Sant’Avendrace hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Gip presso il Tribunale di Cagliari su richiesta della Procura, che dispone la custodia cautelare in carcere nei confronti di un 54enne cagliaritano, impiegato, incensurato. L’uomo è ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale in danno della cognata. Il provvedimento scaturisce dagli immediati accertamenti eseguiti dagli operanti a seguito della querela formalizzata dalla parte lesa l’ 11 febbraio scorso, il cui contenuto è stato puntualmente riscontrato dalle dichiarazioni rese da alcune persone informate dei fatti, nonché dalla certificazione medica acquisita. In particolare è stato appurato che l’arrestato, lo scorso 9 febbraio, ha costretto la vittima, con violenza, a subire atti sessuali. L’arrestato, al termine della notifica degli atti e del rituale passaggio in caserma, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato trasferito presso la casa circondariale di Uta.

L'articolo Cagliari, obbliga la cognata ad avere un rapporto sessuale: in carcere un impiegato 54enne proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.