Un nuovo ko in consiglio comunale. E ora la maggioranza di Truzzu traballa pericolosamente. Perché il gruppo dei ribelli potrebbe ingrandirsi e il primo cittadino pensa concretamente alla fuga a Roma. Ci sarebbe anche la data: novembre, mese in cui dovrebbero arrivare i nomi dei sottosegretari al Governo che con altissima probabilità sarà guidato da Giorgia Meloni. E leader di Fdi potrebbe chiamare nell’esecutivo il primo cittadino cagliaritano.

I consiglieri del gruppo “Solinas presidente” per protesta contro il sindaco (chiedono due assessorati al sindaco che per ora non li ha accontentati) hanno abbandonato l’aula, i consiglieri di centrosinistra hanno ritirato la scheda e il numero legale necessario per mandare avanti la seduta è venuto meno. Un copione identico a quello due settimane fa (l’ultima seduta organizzata perché la settimana scorsa il consiglio non è stato convocato).

“Anche oggi la destra a Cagliari non ha i numeri in consiglio comunale. Cagliari non merita questo”, ha scritto su Facebook il capogruppo Pd Fabrizio Marcello. Scuri in volto gli assessori della giunta comunale hanno lasciato l’aula. E la crisi del primo cittadino potrebbe aggravarsi perché il gruppo dei ribelli potrebbe presto arruolare altri due consiglieri: Loredana Lai e Marcello Polastri. Complicando ulteriormente la paralisi per il primo cittadino. Il quale potrebbe dunque accettare un invito di Giorgia Meloni. A Truzzu andrebbe un posto da sottosegretario nel prossimo esecutivo nazionale.

L'articolo Cagliari, nuovo ko in consiglio comunale: Truzzu perde i pezzi e la giunta scricchiola proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.