Le ispezioni del personale della Guardia costiera fanno emergere le magagne in particolare negli impianti antincendio

CAGLIARI. Una nave da carico battente bandiera di Malta, con a bordo materiali rotabili, è stata sottoposta a fermo nel porto di Cagliari dal personale ispettivo della Guardia costiera che ha riscontrato diverse irregolarità rispetto alle norme in materia di sicurezza della navigazione. La motonave, della stazza di 26.536 tonnellate, è approdata nel porto cagliaritano per effettuare operazioni di carico e scarico di semirimorchi.

L’età della nave, la tipologia ed altri fattori generici e specifici come il curriculum nautico della società di gestione, hanno automaticamente assegnato alla nave un profilo da ispezionare prioritariamente. I controlli degli ispettori P.S.C. (Port State Control, deputati al controllo del naviglio di bandiera estera) hanno accertato ben 13 irregolarità rispetto alla normativa internazionale di riferimento, di tale gravità da comportare la detenzione della stessa nave fino alla rimozione di tutte le deficienze riscontrate. Tra queste ultime, le principali riguardavano gravi mancanze in materia di protezione antincendio strutturale. (l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.