Sono arrivati in città e il loro biglietto da visita, ancora una volta, non è propriamente da “signori”: urla e parolacce contro il Cagliari, bastoni tra le mani branditi continuamente (qualcuno tiene arrotolata al polso anche una cinghia), a ritmo con i cori. Eccoli, gli ultras del Napoli, probabilmente preoccupati di dover vedere i loro beniamini sfidare un Cagliari che, nel girone di ritorno, ha collezionato più di un buon risultato. E si sono vissuti momenti di tensione in pieno centro, quando un gruppetto di tifosi è stato notato da un altro gruppo di cagliaritani.Le Forze dell’ordine stanno comunque riuscendo a controllare l'”invasione” dei napoletani, in marcia dalla stazione di piazza Matteotti sino a Sant’Elia. Nel video pubblicato su Facebook dal blog Cagliari Calcio News si vedono gli ultras, un centinaio, bloccare il traffico al loro passaggio. Nella stessa piazza, un automobilista molto preoccupato per la sua auto, infatti, fa retromarcia. Ci sono stati momenti di alta tensione nel tragitto verso lo stadio, con alcuni tifosi del Cagliari armati di caschi che avrebbero tentato un blitz.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.