È iniziata lunedì 1 marzo 2021 la prima fase dell’intervento per la messa in sicurezza dei ventitré esemplari di Jacaranda classificati in fascia D (secondo la classificazione VTA che indica lo stato di gravità estrema per la stabilità) presenti nel Largo Carlo Felice. Le operazioni andranno avanti anche nei giorni successivi.

L’intervento si è reso necessario per i gravi rischi per l’incolumità della cittadinanza previe comunicazioni alla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Cagliari (inviate in data 11 e 22 febbraio 2021), come previsto dalla normativa vigente in materia.

I tecnici, oltre all’analisi VTA, prima di procedere con l’intervento di messa in sicurezza e sostituzione, hanno sottoposto gli esemplari di Jacaranda a due ulteriori analisi: una strumentale con l’utilizzo dello resistografo e una speditiva, svolta da un pool di agronomi.

A seguito di questi ulteriori accertamenti, i tecnici hanno deciso che dei ventitré esemplari, quattordici siano soggetti a taglio con eradicazione (oltre l’esemplare caduto lo scorso 1 febbraio 2021), cinque siano soggetti a potatura, mentre per tre di questi è stata disposta la cavatura e il trasporto presso il vivaio comunale di Corongiu dove le piante riceveranno le cure adeguate e, successivamente, verranno rimesse a dimora in adeguate aree verdi.

Nelle prossime settimane avrà inizio la seconda fase dell’intervento che prevede la sostituzione e la messa a dimore dei nuovi esemplari di Jacaranda di dimensioni adulte con altezza tra i 250 e i 350 centimetri e una circonferenza di trenta centimetri.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.