Il nome del gruppo Facebook fa già capire quasi tutto: “Manifestazione globale, basta chiusure”. E c’è anche la bandiera dei Quattro mori. A organizzare l’evento è un gruppo di cittadini, “capitanati” da Fabio Macciò, cagliaritano di 47 anni: “Sono il promotore dell’iniziativa. Giovedì otto aprile ci ritroveremo, dalle nove, in piazza Garibaldi, in contemporanea con la manifestazione delle partite Iva a Roma”. L’obbiettivo dell’evento è uno: “Chiediamo la riapertura immediata di tutti quei settori produttivi fermi per colpa del Covid. Bar, ristoranti, negozi di abbigliamento, giostrai. Il commercio dev’essere riavviato immediatamente, non abbiamo nessun colore politico”. Anzi, un colore c’è: “Il bianco, quello delle magliette che ogni partecipante dovrà indossare. Contiamo di essere oltre duemila. Almeno, su Facebook gli iscritti sono già 2066 e cresceranno, nei prossimi giorni”. Una manifestazione, non un corteo: “Abbiamo parlato con la questura, se abbiamo ottenuto l’ok è perchè vogliamo rispettare tutte le regole. Se poi ci saranno dei partecipanti che vorranno andare sin sotto il Consiglio regionale in via Roma, è un altro discorso. Noi, in piazza Garibaldi, speriamo di poter incontrare i rappresentanti delle istituzioni”.“I no-vax e i negazionisti? Non c’entrano nulla, noi chiediamo solo la riapertura dei negozi. E il rispetto delle regole contro il virus, tanto che chiediamo a tutti quelli che intendono partecipare, giovedì prossimo, all’evento, di indossare oltre a una maglietta bianca ‘simbolica’ anche la mascherina. E, naturalmente, rispettare i distanziamenti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.