Caos vaccini alla fiera di Cagliari: lunghe file, anche di 3 ore. Le segnalazioni a Radio CASTEDDU.Raffaele racconta: “I miei genitori sono anziani, papà ha 88 anni e mamma 83, hanno fatto il richiamo. Avevano l’appuntamento alle 15,30, quindi siamo andati verso le 15 e ho fatto la fila dalle 14,55 fino alle 15,20. Sono rimasto praticamente fermo nella strada in macchina e, ad un certo punto, visto che era già tardi, ho spento l’auto, come tutti gli altri, e i miei genitori sono dovuti andare a piedi perché io non sapevo dove parcheggiare. Sono molto arrabbiato, i miei genitori hanno dovuto percorrere 800 metri a piedi e in tutto abbiamo atteso due ore e mezzo dal momento in cui siamo arrivati. Hanno fatto tutto da soli, la situazione era troppo intasata, non ha funzionato niente”.Anche per Patrizia di Villasor e per i suoi genitori non è andata meglio: “Li ho accompagnati a fare il vaccino, hanno 78 e 79 anni, siamo arrivati alle 15,10 e siamo andati via dopo 3 ore. Una fila molto lunga, nessuna gestione esterna: è il colmo che per fare il vaccino si ci debba assembrare, soprattutto per gli anziani che sono le persone più fragili. Hanno ricevuto la prima dose, il richiamo è fissato per il primo luglio alle ore15 e in Sardegna, a luglio, di certo non nevica. Si spera solo che per allora le cose vadano meglio”.Risentite qui l’intervista di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/886154208600928/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.