Non se ne può più. Nel rione Palabanda, noto anche come ” Su Brugu”  regna un’incuria totale. Gli abitanti e gli operatori del Corso ,tra  via Porto Scalas e Via Caprera si sentono abbandonati. Non è soltanto  una dimenticanza, è forse una punizione ? Ci dicono in molti. Il caso delle fioriere ha fatto traboccare il vaso, come si dice in gergo classico. Nel Centro storico,  da piazza Garibaldi a Via Caprera, passando per Piazza Costituzione,  tra Viale Regina Margherita e Via Regina Elena, Via Manno e Via Cima,
sono state collocate da oltre tre  mesi un centinaio di fioriere di diverse dimensioni che, tra accese polemiche per il loro arredo floreale iniziale , addirittura piante  d’ulivo di notevole dimensione, che  avrebbero potuto trovare sede all’Orto botanico, hanno caratterizzato  il periodo natalizio. Ma di tutte queste fioriere, ben sette sono  rimaste orfane, abbandonate, dimenticate: tre  all’inizio del Corso all’angolo di Via Caprera (sono quelle che
potete vedere nella foto ), tre all’imbocco di Via Porto Scalas –  angolo Viale Sant’Ignazio e una nel Corso all’inizio  di Via Maddalena, dirimpetto al fantomatico Castello ” Sorcesco”,
luogo di lavori infiniti e di insopportabile degrado urbanistico e igienico. Nonostante le segnalazioni
e le proteste, le fioriere sono così, in pietoso stato di
abbandono,senza una plausibile ragione. Perchè ? Una dimenticanza ?
Eppure ci passano tutti i giorni Amministratori, tecnici, operatori
comunali. A nessuno è venuto in mente di porsi un interrogativo e
segnalare il caso e far intervenire chi di dovere ? Oltre che sentirsi
abbandonati,i residenti e gli operatori economici di
quel tratto di Centro storico, avvertono sulla loro pelle e sui loro
sentimenti un senso di frustrazione : ma non è che ci abbiano voluto
punire ?
Marcello Roberto Marchi

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.