“Possa la sua memoria essere incoraggiamento e sostegno per tutto il clero”. Così Papa Francesco in una lettera spedita all’Arcivescovo di Cagliari Giuseppe Baturi sulla tragica scomparsa di padre Alberto Pistolesi, il parroco di Sinnai morto in un incidente stradale al Poetto poco più di un mese fa.

“Caro fratello”, scrive il Pontefice, “ho ricevuto la tua lettera del 16 dicembre, con la quale mi hai informato del decesso di don Alberto Pistolesi, Parroco di Santa Barbara in Sinnai.

Desidero esprimere le mie condoglianze e la mia vicinanza innanzitutto alla mamma e ai due fratelli di don Alberto, assicurandogli la mia preghiera. Sono inoltre vicino a Lei e a tutta la Comunità diocesana di Cagliari in questo momento di grande tristezza.

Preghiamo affinché Dio Padre misericordioso accolga nel suo Regno di pace eterna questo servo buono e fedele. Possa la sua memoria essere incoraggiamento e sostegno per tutto il clero.

Ai familiari di don Alberto e all’intera Comunità ecclesiale di Cagliari imparto la mia benedizione, pegno di consolazione e di pace. Che la Santa Vergine e San Giuseppe vi custodiscano.

Per favore, continuate a pregare per me! Fraternamente. Francesco”

L'articolo Cagliari, le lacrime del Papa per la morte di don Albertino: “Era un servo di Dio buono e fedele” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.