Lo sgradevole episodio è stato pubblicato sui social dal titolare del bar pasticceria

CAGLIARI. «Stasera nella nostra caffetteria c'è stato un episodio molto sgradevole: la nostra barista, come da legge, ha domandato a una cliente che voleva accomodarsi se fosse in possesso del Green pass. La signora, gentilissima, evidentemente No-vax, ha risposto lanciando il cappuccino addosso alla barista, sporcando lei, il bancone e il retro bancone del nostro locale». È il messaggio lasciato sui social dai titolari del bar-pasticceria «Il Tartufo» di Cagliari, poi rilanciato dalla testata giornalistica on line YouTg.net.

«Mi vergogno per lei e per la sua ignoranza - è lo sfogo sulle storie di Instagram - non tanto perché non possiede il green pass, perché ciascuno è libero di fare della propria vita ciò che vuole, ma perché credo che il suo comportamento sia stato disumano. Io non lancerei mai nulla addosso a nessuno neanche al mio peggior nemico». Quindi un messaggio diretto alla cliente: «se stai leggendo, sei sempre in tempo per tornare e scusarti con una persona che stava educatamente svolgendo il suo lavoro». In queste ore i profili social della caffetteria stanno ricevendo molti messaggi di solidarietà. (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.