Un record con la R maiuscola, in un periodo nel quale riuscire a trovare un posto di lavoro è simile a un miraggio nel deserto e con tutti gli indicatori del settore del lavoro che mostrano segni meno a go go. Claudio Matta, il pasticcere cagliaritano che, dopo anni, ha dovuto chiudere la sua attività in via Garfagnana: “Solo 2200 euro a fronte di un fatturato perso di trentamila. Col mio codice Ateco potevo restare aperto, ma senza clienti stavo continuando ad indebitarmi”, questo il suo racconto, fatto a Casteddu Online e a Radio Casteddu. E, in meno di 24 ore, la sua vita è già cambiata. La sua storia è stata letta da migliaia di persone e due, in particolare, hanno visto nel 34enne un possibile “acquisto” per le loro attività commerciali.“Mi ha contattato una donna che mi ha messo in contatto con un pasticcere di Cagliari, dicendomi che ha bisogno di un altro lavoratore nel suo team”, spiega Matta. “Nelle prossime ore dovrò contattarlo per definire come poter entrare nel suo organico. E poi, ho ricevuto anche un’altra proposta di lavoro, fare il segretario in una agenzia immobiliare gestita, proprio, dal padrone delle mura della mia pasticceria ormai chiusa. Ha letto l’articolo su Casteddu Online e si è commosso. Sono molto fortunato, sono davvero felice: entrambi i lavori sono da dipendente, dunque avrò solo di che guadagnarci e non dovrò preoccuparmi. Da titolare di qualunque attività, infatti, i grattacapi e le preoccupazioni sono maggiori, perchè è tutto sulle tue spalle. Ora, invece, dovrò solo scegliere uno dei due lavori. O, se ce la farò, potrò dire sì sia al pasticcere sia al titolare dell’agenzia immobiliare. Grazie, davvero, a tutti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.