“Si cercano volontari per vaccino anticovid stasera dalle 14 alle 17 e domani dalle 9 alle 13 e poi 14-17”, la bufala corre su Whatsapp e alla Fiera di Cagliari, proprio dove si dovrebbe vaccinare, si scatenano gli assembramenti. Guardate il VIDEO girato poco prima dell’arrivo della Polizia: l’organizzazione ha anche dovuto mettere un cartello per dire che la notizia era falsa, che solo chi era regolarmente prenotato avrebbe avuto il diritto al siero anti Covid.

Caos alla Fiera. Alla fine arriva anche una pattuglia della polizia. Oggi hanno ripreso le vaccinazioni degli insegnati dopo il via libera dato ad Astrazeneca. Ma nel quartiere fieristico di viale Diaz di sono presentati tantissimi insegnanti. “Ci hanno detto che siccome c’era un surplus di dosi di vaccino avrebbero immunizzato anche i non convocati”, spiegano alcuni docenti sul posto, “e qualcuno ha anche preso alla lettera le dichiarazioni del generale Figliuolo sulla necessità di vaccinare chiunque”. Il caos è partito poco dopo le 15 sulla priorità tra i prof convocati e quelli non convocati. Poco dopo le 16, 30 l’arrivo della polizia per mettere ordine. Pare che in giornata siano girati su Whatsapp messaggi falsi, con vaccinazioni aperte a tutti. Provocando il caos.

L'articolo Cagliari, la bufala su Whatsapp scatena il caos alla Fiera: assembramenti nell’area dei vaccini (VIDEO) proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.