La data cerchiata in rosso è quella del primo febbraio 2022. Entro quel giorno Cosetta Viola, 55 anni, disoccupata da quando ne aveva trentacinque, dovrà avere un altro tetto sicuro sopra la testa: “Sono stata sfrattata dalla padrona della casa di via Bosco Cappuccio a Cagliari, nella quale vivo dal 3 dicembre 2017. Sino a quando era in vita mia madre sono riuscita a pagare l’affitto, utilizzando i soldi del suo accompagnamento: 470 euro al mese, ma il contratto ne prevedeva 380 euro. Mia mamma è morta nel 2019 e la padrona dell’abitazione non ha accettato il compromesso di 380 euro”. Ci sarebbero stati anche straschichi legali, ciò che è sicuro è che, tra meno di due settimane la 55enne non avrà più una casa sicuro: “L’ultimo bonifico l’ho fatto ad agosto 2019”.“Sto cercando da due anni e mezzo qualcuno che mi dia anche un monolocale, ma tutti mi chiedono un garante o una busta paga. Ma io ho il reddito di cittadinanza, 780 euro al mese, e i servizi sociali mi hanno dato una caparra a disposizione”, dice la Viola. “Ho fatto molti tentativi, nessuno mi ha aiutata. Sono veramente disperata, ho paura di finire per strada. Sono riuscita a restare nell’abitazione di via Bosco Cappuccio un altro anno grazie al blocco degli sfratti per Covid: chi ha un cuore mi aiuti, il mio numero di telefono è +393404295029”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.