Non se ne può più !!! La città è invasa da un numero inusitato di monopattini, in particolare di due ditte, che vengono lasciati dappertutto. In centro, in particolare nella piazza Yenne, occupano gli stalli riservati alle moto, nel Corso occupano suolo pubblico, specie all’altezza di via Caprera, di fonte all’Ersu, e in altri spazi ostacolano il passaggio dei pedoni. Per non parlare del non rispetto delle regole sul traffico, che lo stesso Comune ha precisato con appositi provvedimenti. Ma non c’è un vigile che controlli e faccia rispettare quanto dispone il Codice della strada e il regolamento comunale.

Pongo due domande:
1) Le ditte che hanno messo i monopattini in strada hanno le dovute autorizzazioni? Se non le hanno, si facciano ritirare.
2) Perchè non si fanno controlli appositi per far rispettare le regole dell’utilizzo di tali mezzi ? E’ sufficiente fare posti di controllo in piazza Yenne per quelli che scendono da via Manno e attraversano per andare nel Corso, mentre nel Corso con tutta tranquillità circolano a velocità sostenuta e sul marciapiede nel tratto viale Merello-via Caprera.
Occorre avere le dovute risposte nell’interesse dei cittadini, specie anziani e invalidi che corrono ogni giorno seri rischi per la propria incolumità.

Marcello Roberto Marchi

L'articolo “Cagliari invasa dai monopattini: occupano gli stalli riservati alle moto, a quando i dovuti controlli?” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.