Alle 11 del mattino sono settantotto i tamponi già fatti nel nuovo “drive through” allestito dal ministero della Difesa alla Fiera di Cagliari. Test molecolari, pochi minuti e poi, si spera, pochi giorni per ottenere il responso: positivo o negativo al Covid. Inizia oggi, e per i prossimi due mesi sarà così ogni giorno dalle 8 alle 14, domenica esclusa, la task force dell’Esercito: un ufficiale medico, due sottufficiali infermieri, personale militare del dipartimento militare di Medicina legale di Cagliari e della Brigata Sassari, insieme al personale dell’Ares-Ats Sardegna, garantiranno un notevole aumento della disponibilità di effettuazione del test molecolare per la diagnosi dell’infezione da Sars-Cov-2 tramite tampone. Ogni singola persona “tamponata” è già presente nelle liste ufficiali dell’Ats.

“La percentuale di tamponi fatti crescerà e si attesterà attorno ai 300 al giorno, numeri che vanno tarati su quelle che saranno le richieste delle autorità sanitarie del territorio”, spiega il sottosegretario sardo alla Difesa, Giulio Calvisi, “ci atterremo alle indicazioni dell’Assl. Quelli che vengono segnalati dall’Ats faranno il tampone, prevalentemente chi è in attesa e sta svolgendo la quarantena a casa. Questa iniziativa ha una valenza di tipo sanitario, aiutiamo la sanità civile a processare più tamponi”. E Calvisi annuncia che “c’è una sinergia con l’Ats, attualmente i tamponi vengono processati nei laboratori della sanità civile, nei giorni prossimi entrerà a regime la macchina dei tamponi dell’ex ospedale militare, darà un contributo importante per processarli. All’ex ospedale militare, da agosto, opera anche la sanità militare insieme ad associazioni e privati cittadini, con Ad Adiuvandum”.

L'articolo Cagliari, in coda dall’alba per i tamponi alla Fiera: “Trecento al giorno per due mesi” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.