Riaperta al pubblico la Torre dell’Elefante, uno dei migliori monumenti di Cagliari.

È stato il Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, a tagliare il nastro virtuale, nella mattina di oggi, mercoledì 27 ottobre 2021, in occasione della riapertura al pubblico della Torre dell’Elefante.

Il primo cittadino del capoluogo sardo, accompagnato dalle due Assessore Gabriella Deidda (Lavori Pubblici) e Maria Dolores Picciau (Cultura), ha preso parte al primo turno di visita del monumento medievale che è stato restituito ai cittadini e ai turisti dopo quattro anni di chiusura. Nell’ottobre 2017, infatti, la caduta di alcune parti murarie, avevano reso necessaria la chiusura al pubblico per motivi di sicurezza. Ma una volta aperto il cantiere e dopo i primi sopralluoghi, si è reso necessario in intervento più importante che riguardasse non solo le pareti ma anche la struttura in legno.

I lavori sono stati portati a compimento secondo il progetto dell’architetto Maria Luisa Mulliri e in linea con le indicazioni della Soprintendenza che oggi, con Patricio Olivo, ha voluto essere presente.

Al momento, l’unica parte che resta ancora inaccessibile è la terrazza che sarà oggetto di un nuovo intervento di messa in sicurezza reso necessario dalle condizioni delle strutture dell’ultimo piano. Fiducioso che si possa portare a compimento entro la fine dell’anno, il Sindaco Paolo Truzzu si è detto molto soddisfatto per la riapertura di un monumento che sta particolarmente a cuore ai cagliaritani.

 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.