È il giorno della protesta dei tassisti anche a Cagliari contro le liberalizzazioni previste dal Governo Draghi, quelle “licenze facili” che spalancherebbero le porte alla concorrenza. Sarebbe più semplice diventare tassisti e, in parallelo, l’offerta si allargherebbe. Una previsione nerissima per chi, da anni, scarrozza clienti da una parte all’altra della città e dal porto all’aeroporto. Ecco perché, oggi, in contemporanea con il resto d’Italia, i guidatori di taxi protestano. Un lungo corteo, da via dei Giudicati sino al Consiglio regionale in via Roma, per incontrare i vertici della politica regionale e chiedere sia solidarietà sia una dura presa di posizione contro le liberalizzazioni di Draghi.“C’è in gioco il futuro delle nostre famiglie, no agli aiuti alle multinazionali, sarebbero troppo favorite”, spiegano i tassisti. Ricordando che “i prezzi delle nostre corse, qui a Cagliari, sono decisi dal Comune e sono bassi. Con le liberalizzazioni, questa la previsione, “i prezzi saliranno anche quattro o cinque volte in più”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.