Da 200 a settecento euro, da 190 a più di cinquecento. E il triste valzer delle cifre relative alle bollette della luce, in alcuni casi quadruplicate, potrebbe andare avanti all’infinito anche a Cagliari. I pensionati hanno deciso di protestare contro il carovita e il caro bollette, spalleggiati dall’Usb. C’è chi ha portato copia dell’ultimo avviso di pagamento ricevuto, una mazzata unita a quelle sull’aumento di ogni prodotto, anche del pane e dell’olio: “E proprio oggi”, spiega Enrico Rubiu dell’Usb, “ho incontrato un gruppo di pensionati che hanno deciso di ribellarsi e non pagare le bollette. Più che una ribellione è una decisione estrema, perchè o pagano o mangiano”. Certo, c’è il grosso rischio di restare senza corrente, ma ormai la disperazione ha raggiunto livelli altissimi: “Non riusciamo più ad andare avanti, la Sardegna ha subìto un rialzo del’11% dei generi alimentari. Per il costo dell’elettricità, ricordiamo che è determinato dal costo del gas ed è un errore, visto che si può produrre con il fotovoltaico. C’è una speculazione, chi dovrebbe controllare non lo sta facendo”. È già stato annunciato un aumento del 59%: “Vuol dire un aggravio, medio, per ogni famiglia, di 1300 euro in più all’anno”.  Su Cagliari le segnalazioni fioccano: “Ecco perchè siamo scesi in piazza. È un problema che riguarda tutti, dalla Regione al Governo nessuno sta facendo il proprio dovere. Giorgia Meloni, premier in pectore, sta già abbandonando il sovranismo italiano e si sta mettendo nelle mani dell’Europa, che a sua volta sta speculando. Chi non paga le bollette ha pensioni da 700 o mille euro, o reddito di cittadinanza o uno stipendio da 1300 euro. Non si può andare avanti così, questa economia è fallimentare”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.