Arriva al Comune la richiesta di pedonalizzazione, anche nel 2022, di via Sassari. Un provvedimento capace di dare ossigeno alle attività della zona impegnate nella lotta con la crisi del Covid che ha messo in ginocchio il mondo della ristorazione.Il 31 gennaio i commercianti di via Sassari hanno scritto a Truzzu, all’assessore alle Attività produttive Sorgia e al presidente della commissione Mannino. Dopo averli ringraziati per la pedonalizzazione dello scorso anno, “che ha portato grandissimo giovamento per le nostre attività”, arriva la richiesta di chiudere alle auto via Sassari da aprile “sino alla fine del corrente anno. Con la speranza”, si legge nella missiva, “che si riesca in seguito a superare i vari pregiudizi e pedonalizzarla definitivamente, rendendo così giustizia alla bellissima via Sassari e regalando alla città, e ai cittadini un ennesimo scorcio di cui poter godere”.Anche per rilanciare le attività della via. “La situazione economica delle nostre attività è ormai insostenibile, molti di noi rischiano di chiudere per sempre il proprio esercizio, se non verrà fatto qualcosa il prima possibile”, dichiarano i commercianti, “se è vero che la chiusura della strada al traffico ha portato giovamento è altrettanto vero che alla riapertura, ne è scaturito un calo drastico dei nostri fatturati, calo che persiste in maniera drammatica anche in questo primo mese del 2022.Le persone ormai, in virtù della situazione pandemica, preferiscono nella stragrande maggioranza dei casi, stare all’aperto e noi, in questa situazione, senza gli spazi esterni, ben organizzati, siamo fortemente penalizzati e destinati alla chiusura.La precedente pedonalizzazione, è stata ben accolta anche dai residenti, che hanno apprezzato sia la bontà del lavoro da noi svolto nel cercare di armonizzare e rendere gradevole la via con i nostri dehors, sia il fatto di avere un maggiore controllo, che il pubblico esercizio svolge, in maniera naturale sulla strada stessa”.“Il dialogo e la condivisione sono alla base della buona amministrazione ma, ovviamente, spetta alla politica decidere quale tipo di sviluppo si vuole perseguire”, dichiara Pierluigi Mannino, presidente della commissione Attività produttive, “uno sviluppo caotico, come appare in certe zone della città, o uno sviluppo ordinato che necessità di interventi di pianificazione. Per questo continuerò ad insistere per il piano del commercio e per interventi di riorganizzazione e razionalizzazione urbanistica, della viabilità e della disciplina delle concessioni. È un lavoro non facile ma, credo, necessario.Ovviamente, tutto ciò verrà una volta superata la fase emergenziale. Ora l’Amministrazione ha il dovere di stare accanto alle attività produttive perchè sono un pilastro fondamentale dell’economia cittadina”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.