Sono coscienti e fuori pericolo i due giovani (Antonio Follesa, 35enne di Monserrato, e Francesca Blunda, 34enne di Selargius) che, a bordo di una Smart, sono letteralmente volati giù dal viale Marconi, finendo dentro il canale di Terramaini. La ragazza è al Policlinico di Monserrato, il ragazzo (che guidava l’auto) al Brotzu. La polizia Locale ha disposto tutti i vari accertamenti su di lui (alcoltest e drogatest) e i risultati si sapranno solo nei prossimi giorni. Ma dalla caserma di via Crespellani fanno sapere che, vista l’assenza di segni di frenate sull’asfalto, il giovane potrebbe esser stato colpito da un malore improvviso. Il codice rosso, disposto dai soccorritori per il trasporto all’ospedale, è stato per dinamica: la Smart, prima di finire in acqua, sarebbe finita sulla pista ciclabile accanto al canale.Un grosso sospiro di sollievo, quindi. I due ragazzi, soccorsi dai Vigili del fuoco e, nei minuti successivi all’incidente, da due uomini (uno è il runner monserratino Marcello Musiu, che ha raccontato a Casteddu Online il suo intervento: https://www.castedduonline.it/marcello-il-runner-eroe-cosi-ho-soccorso-la-coppia-finita-con-la-smart-nel-canale-di-terramaini/) non sono in pericolo di vita.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.