Cinquanta chili di droga venduti nei rioni del centro storico di Cagliari, in manette undici persone. Il gruppo di spacciatori aveva imbastito un’attività molto fiorente, stroncata grazie a delle indagini durate due anni. E a finire in manette ci sono sia residenti a Cagliari sia residenti nell’hinterland, in seguito all’ordinanza firmata, su richiesta del pm Gaetano Porcu, dal gip Giorgio Altieri.

 

 

In sei sono finiti a Uta, altri cinque invece ai domiciliari. Il gruppo principale, con i nomi pubblicati dall’Unione Sarda, era formato dal 37enne di Pirri Alberto Partolino, da Stefano Pandolfi (31enne di Pirri), Fabrizio Serra e Manolo Puddu, un 38enne e un cinquantenne di Quartu, un 43enne di Gonnesa, Fabrizio Virdis, e Francesco Pinna, 33enne di Cagliari. Ai domiciliari sono finiti Andrea Boi, 32enne di Pirri, Gianfilippo Masala, cagliaritano di 33 anni, il ventinovenne Ferdinando Belfiori, il selargino 25enne Roberto Coiana e il ventiseienne Mariano Bruni, residente a Torre degli Ulivi.

L'articolo Cagliari, fiumi di droga venduta nei rioni della movida: undici arrestati, ecco tutti i nomi proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.