La defezione c’è, e numericamente non è minuscola, anzi. “Ieri tra il venti e il trenta per cento di chi doveva fare il vaccino AstraZeneca non si è presentato alla Fiera. Oggi, invece, è mancato all’appello il venti per cento delle persone”. A snocciolare i numeri è Gabriele Mereu, responsabile vaccinoprofilassi dell’Assl di Cagliari. Lì, nei due padiglioni fieristici, coordina infermieri e medici impegnati con le somministrazioni. A sorprendere sono le categorie dei rinunciatari: “Ieri abbiamo fatto solo novecento dosi, potevamo farne 1500. Tra chi ha rifiutato ci sono molti docenti, informatori scientifici e psicologi”. Nessun commento, ovviamente, sulla scelta di rinunciare al vaccino: “Ci dispiace, chiaramente rinunciare a un vaccino in una situazione come questa è antipatico. Adesso stiamo convocando più persone di quelle che avevamo programmato. Faremo così”, in modo da poter “occupare tutti gli slot disponibili e non perdere tempo”, prosegue Mereu.Vale a dire: l’obbiettivo è utilizzare in modo quanto più proficuo possibile tutte le postazioni per vaccinare chi, largamente la maggior parte, vuole la prima o la seconda dose di siero contro il Covid.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.