Investito dalla deflagrazione è stato sbalzato giù dal balcone: è stato trasportato in ospedale in codice rosso

CAGLIARI. Un cagliaritano di 51 anni è rimasto gravemente ferito per una esplosione da fuga di gas avvenuta nella sua abitazione, al terzo piano di una palazzina di via delle Muse. L’uomo, che si trovava nel balcone, è stato proiettato dalla scoppio fuori dall'abitazione ed è caduto di sotto.

Trasportato all’ospedale Brotzu con codice rosso, è grave ma, secondo i primi accertamenti, non corre pericolo di vita. Illesi la moglie e il figli che si trovavano dentro casa. Secondo quanto emerso finora dai primi accertamenti dei vigili del fuoco, l’uomo stava rovistando in alcuni mobiletti in balcone, fra cui una bombola da cui ci sarebbe sprigionata una fuga di gas. Il proprietario dell'appartamento è stato investito in pieno ed è stato sbalzato giù dal balcone. I vicini di casa, sentendo il boato, hanno fatto scattare l'allarme.

Sul posto sono arrivati gli agenti della squadra volante, i vigili del fuoco e un'ambulanza del 118. Oltre ad alcune fratture, ha riportato anche ustioni in diverse parti del corpo. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l'appartamento. La polizia sta lavorando per ricostruire l'episodio.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.