Le distanze minime da tenere? Non sono sempre rispetatte, in questo primo giorno della fase due, al Parco della Musica di Cagliari. Almeno, non nel pomeriggio inoltrato: ore 19, temperatura ancora più che gradevole, nell’area green ci sono almeno una settantina di persone. C’è chi entra col cane e chi in compagnia, presumibilmente, di qualche parente, come prevedono le regole. Le mascherine non mancano, la distanza invece, in più di un caso, sì. In almeno 5 panchine ci sono sedute almeno tre persone che parlano del più e del meno, e il metro di distanza sembra proprio un’utopia. Due ragazze armate di smartphone si scattano dei selfie ricordo tutt’altro che distanziati. “Spero che mi basti la memoria del telefono”, dice una delle due. E via di clic. Sotto una palma, due ragazzi si baciano dopo aver poggiato le rispettive mascherine sull’erba. Qualcuno assiste alla scena e avvisa, da lontano, i controllori.Scene da inizio di fase due non propriamente corrette. Non tutti rispettano la distanza interpersonale contenuta nella nuova ordinanza, di ieri, del sindaco Paolo Truzzu. E, al Parco della Musica, c’è anche chi sfreccia col monopattino. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.