La ruota panoramica installata al porto di Cagliari è pronta a ripartire dopo cinque mesi di stop. Ferma da ottobre tra restrizioni e lockdown legati al Coronavirus, una delle principali attrazioni cittadine è rimasta ferma per più di venti settimane. Ma ora, con la Sardegna in zona bianca, i motori stanno per riaccendersi. Ieri una serie di interventi, “collaudi e manutenzioni”, sono risultati positivi. E il nuovo taglio del nastro è veramente dietro l’angolo. Come spiega Diego Davoli, organizzatore e referente del progetto, “contiamo di riparitre entro marzo. Siamo in zona bianca, dobbiamo sfruttare l’occasione: se non riapriamo nemmeno ora quando lo facciamo?”, osserva Davoli. Che, insieme ai suoi soci, sta preparando i documenti e le carte necessarie “per farci ripartire. Ovviamente, la ruota panoramica avrà tutte le precauzioni anti Covid del caso, come in passato”. Vale a dire gel igienizzanti e controlli anti assembramenti. Insomma, le cabine sospese in aria stanno per tornare a girare.E, in parallelo, vanno avanti i preparativi per “una manifestazione, che sarà svolta a livello nazionale, il prossimo diciotto marzo, legata al settore dello spettacolo viaggiante. Vogliamo organizzarla anche a Cagliari” afferma Davoli, “stiamo cercando di ottenere tutte le autorizzazioni”. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.