Sono violate le norme fondamentali. Le due deliberazioni del Consiglio Comunale e la conseguente determinazione dirigenziale sulla concessione in aumento di suolo pubblico sono del tutto legittime ? La domanda è d’obbligo e la risposta è conseguente. il cosiddetto ” distanziamento sociale “, ovvero le distanze da rispettare obbligatoriamente

( è previsto dalle norme e non è una facoltà, quindi non è nella disponibilità nemmeno del Consiglio Comunale ) tra tavolini, sedie e persone , consentono solo e unicamente di utilizzare i tavolini , le sedie e gli altri arredi nel numero autorizzato nelle aree precedentemente concesse secondo la procedura ordinaria. L’agevolazione  connessa al ” distanziamento” dovrebbe comportare un aumento delle superfici a beneficio dei singoli richiedenti per posizionare tutti gli arredi già autorizzati, non già ad installarne altri e più numerosi. Si sta infatti verificando proprio questo fenomeno: aumentano i metri quadri a disposizione, ma aumentano in maniera esponenziale tavoli e sedie. Non si realizza, insomma, il “distanziamento sociale” ma si incrementa l’affollamento e l’assembramento. A chi compete il controllo ? Io credo che sia non solo un problema di esclusiva competenza comunale ( sulla quale ricade totalmente la responsabilità dell’allentamento dei cordoni e delle barriere) ma di  ordine e sicurezza pubblica, in particolare quella che attiene alla salute delle persone. Che altro dire ? Che fare ?

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.