Il canto è proibito per Covid e così gli studenti l’inno nazionale l’hanno cantato col linguaggio dei segni. La meravigliosa iniziativa è della scuole del Collegio delle Missioni, in omaggio alla Repubblica italiana in vista della ricorrenza del 2 giugno. “Non potevano cantare l’inno nazionale perché il canto è stato interdetto causa Covid”, ha dichiarato Sabrina Vincis, insegnante di musica, “quando ho proposto di realizzarlo col linguaggio dei segni, non ho trovato consensi da subito ma questo non mi ha scoraggiato. Mi è piaciuto aver trovato una modalità di comunicazione diversa, che non si realizzasse attraverso l’intonazione dei suoni, ma nel ritmo insito nel gesto. La diversità tra questi due linguaggi è nel viaggio che percorrono, ma l’obiettivo è comune: arrivare al destinatario. Non è un ripiego al canto, ma un’occasione di crescita e di avvicinamento al linguaggio dei segni e ai suoi fruitori”.

L'articolo Cagliari, canto vietato per Covid: l’inno nazionale degli studenti scalda i cuori col linguaggio dei segni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.