Rosette, manine o insemolati poco cambia. Il pane è tra i tanti prodotti che hanno subìto un aumento dei costi anche a Cagliari. Un chilo arriva a costare anche quattro euro in qualche market, e non si tratta di pane precongelato ma fresco, arrivato sugli scaffali poco dopo l’alba. E i rincari, nel capoluogo sardo, si notano praticamente ovunque. Un esempio di un prodotto non fresco ma confezionato? Il tonno: tre scatolette proposte in offerta a 2,39 euro, duecentoquaranta grammi ovviamente da sgocciolare. E la parola “offerta” piazzata accanto a un prezzo superiore ai due euro aiuta a capire il peso degli aumenti. Le verifiche sono state fatte in negozietti si frutta e verdura e supermercati del centro, cioè attività produttive frequentate ogni giorno, non solo nei weekend.E gli asparagi? C’è anche chi li vende a venticinque euro al chilo e giura di non aver ritoccato più di tanto il prezzo. E, probabilmente per colpa dell’aumento della bolletta della luce, anche i surgelati hanno raggiunto prezzi non per tutte le tasche: per portarsi a casa due cordon bleu bisogna scucire anche un euro e settanta e un chilo di minestrone, sempre surgelato, forse si può trovare a meno di un euro nei discount, non certo nei market delle principali catene sarde e nazionali.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.