Cagliari – Un attraversamento pedonale pericoloso quello di viale Diaz proprio di fronte ai parcheggi della fiera, “non è rialzato e si rischia la vita”.

A Radio CASTEDDU, Debora Fiori.

Consulente fiscale, ha lo studio proprio in quel punto di viale Diaz “e le strisce pedonali sono molto pericolose. Giornalmente, sia io che la mia collega dobbiamo rimanere anche 10-15 minuti in attesa prima di poter attraversare perché, purtroppo, sono le uniche strisce pedonali a cui non hanno posizionato il rialzo che da un momento di stop alle macchine che provengono dal nautico e che corrono. Circa 3-4 mesi fa c’è stato un brutto incidente, una macchina si è ribaltata ed è andata a finire sopra altre vetture e,  fortunatamente, non c’era nessuno che stava attraversando la strada.

Io stamattina, attraversando, ho dovuto correre perché una macchina non si è fermata, mi ha superato alle spalle e se avessi indietreggiato, a quest’ora non sarei qui.

Sono preoccupata per me e per tutti quelli che attraversano, compresi i nostri clienti che molte volte sono anziani e spesso dobbiamo aiutarli ad attraversare le strisce. Ho inviato tre PEC al comune e hanno protocollato la mia richiesta però non ho avuto nessun altro riscontro”.

 

Risentite qui l’intervista a Debora Fiori di Paolo Rapeanu e Gigi Garau

https://www.facebook.com/castedduonline/videos/261646022079908/

e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

L'articolo Cagliari, attraversamento pericoloso in viale Diaz. Debora a Radio Casteddu: “Rischiamo la vita” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.