Sono 188 i malati Covid ricoverati al Santissima Trinità di Cagliari. Cinque di loro, stando all’aggiornamento più recente fornito dal direttore sanitario del presidio Sergio Marracini, si trovano non in questo o quel reparto “rimodulato” per ospitare e curare pazienti Covid, ma in Osservazione breve. Numeri ancora alti, ma nei prossimi giorni arriverà l’alleggerimento legato alla trasformazione dell’ospedale Marino a Covid Hospital: lì, i posti a disposizione saranno ottantotto. E c’è anche il Binaghi a disposizione: un altro centinaio di letti interamente dedicati ai contagiati dal virus. Tempi certi, al momento, per i due nuovi ospedali Covid, non ce ne sono. Dal Marino sono stati trasferiti i pazienti non Covid, al Binaghi vanno avanti le varie operazioni utili a rendere perfettamente fruibile almeno due piani dello stabile che, come già detto dall’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, potrebbero anche entrare in funzione per step.

 

Intanto, pronto soccorso del Ss. Trinità svuotato nelle scorse ore. Tutti i pazienti hanno un letto sicuro, e nella struttura di Is Mirrionis il personale medico continua a operare a pieno ritmo.

L'articolo Cagliari, 188 positivi al Ss. Trinità: riempito il terzo reparto Covid proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.