Cabras, il lavoro senza fine per la cura delle aree verdi
Il Comune ricorda anche ai privati il rispetto delle prescrizioni antincendio 

Un lavoro che non finisce mai, a ciclo continuo: a Cabras finisci di potare il verde, falciare l’erba ed eliminare le erbacce ed è già tempo di ricominciare il giro. Gli interventi di cura delle aeree verdi sono ripresi subito dopo la riapertura, finito il lockdown, e proseguono senza interruzioni, su un territorio comunale molto esteso.

Il Comune di Cabras si sta impegnando anche nel far rispettare le disposizioni antincendio per la parte che spetta ai cittadini, i quali sono tenuti a ripulire i terreni privati da rovi, sterpaglie, materiale secco e infiammabile di qualsiasi natura, oltre che potare regolarmente le siepi per evitare lo sconfinamento oltre il limite della proprietà.

Queste prescrizioni sono rivolte a proprietari, affittuari, conduttori e a chiunque abbia disponibilità a qualsiasi titolo di terreni, cortili, spiazzi all’interno del perimetro urbano e nelle immediate adiacenze. Inoltre, fino al 31 ottobre sarà vietato accedere fuochi, anche solo per bruciare stoppie, salvo deroghe e previo adempimento delle prescrizioni imposte dalla Regione.

Per conoscere integralmente le disposizioni contenute dell’ordinanza n. 49 del 28 maggio 2020, in vigore dal 1° giugno al 31 ottobre, è possibile visitare il sito istituzionale del Comune di Cabras.

Lunedì, 22 giugno 2020

L'articolo Cabras, il lavoro senza fine per la cura delle aree verdi sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.