Cabras dichiara lo stato di calamità: via alle domande
Le procedure da seguire per ottenere gli aiuti economici

Il municipio di Cabras

La Giunta comunale di Cabras dichiara lo stato di calamità naturale a seguito di condizioni meteorologiche avverse verificatesi nei mesi di novembre, dicembre 2020 e gennaio 2021. Gli operatori del settore agricolo che hanno subito danni causati dalle forti piogge potranno inoltrare le segnalazioni al Comune a partire da oggi e fino a lunedì 25 gennaio.

Nell’ultimo trimestre il territorio di Cabras è stato investito da persistenti fenomeni temporaleschi che hanno provocato diffusi allagamenti e fenomeni di dilavamento dei terreni agricoli, determinando ingenti danni alle colture in atto, in particolare a quelle adibite a ortive e vigneti. Le segnalazioni di danno dovranno essere trasmesse compilando l’apposito modulo presente sul sito del Comune.

I moduli compilati potranno essere consegnati a mano all’Ufficio protocollo del Comune, in piazza Eleonora 1, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12, o a mezzo pec, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Giovedì, 14 gennaio 2021

L'articolo Cabras dichiara lo stato di calamità: via alle domande sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.