I punti luce di Cagliari manomessi da mani esperte. Il sindaco Paolo Truzzu pronto a far partire una denuncia contro ignoti. L’annuncio oggi nel corso della conferenza stampa sulla sicurezza stradale in città. “Abbiamo riscontrato manomissioni sistematiche dei quadri”, ha dichiarato il primo cittadino, “stiamo aspettando il report della società che gestisce il servizio e secondo quello che resulterà siamo pronti a fare denuncia contro ignoti, perché alcuni episodi sono gravi e particolari. Ora, aggiunge, “abbiamo una nuova ditta di manutenzione e possiamo intervenire sistematicamente. In alcune strade si spengono le luci ma possiamo ma ci sono zone che abbiamo illuminato noi come via Roma, dove fino a poco fa c’era il buio più totale”.

“Dal 2018 a oggi sono stati cambiati 8 mila punti luce”, ha concluso, “ma sono state cambiate le lampadine e non le reti. E le nuove lampade e con le vecchie reti hanno creato delle difficoltà. Ora stiamo lavorando sulle reti, con un nuovo appalto da 7 milioni di euro”.

L'articolo Buio nelle strade a Cagliari, denuncia di Truzzu in Procura: “Manomissioni fatte da mani esperte” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.