Candy gioca felice in uno dei prati del Parco della Musica di Cagliari, tenuta bene al guinzaglio dal suo padrone, Luigi Castangia, ottant’anni. L’uomo ha due sacchetti per raccogliere le deiezioni dell’animale, ma nessuna bottiglietta d’acqua. Da lunedì prossimo, però, per via dell’ordinanza del sindaco Paolo Truzzu, sarà obbligato a portarsela dietro per pulire la pipì della sua cagnetta: “Non sono d’accordo. Sono a Cagliari dal 1957 e ho avuto sempre cani. Se c’è l’ordinanza mi porterò comunque la bottiglia, non voglio prendermi una multa da cinquecento euro dopo aver lavorato tutta la vita”, afferma l’uomo. “Per me non ha senso, ci sono altri problemi”. Per esempio? “In piazza del Carmine non c’è un solo bagno per le persone”. Vabbè, ma il tema è quello del decoro urbano: “La mia cagnetta, come le bestie, fa la pipì dove capita, ma se è sui marciapiedi o sopra il legno scende dove c’è l’erba, l’ho addestrata così”.

 

Insomma, seppur a malavoglia, Castangia da lunedì prossimo, oltre ai sacchettini di plastica, avrà tra le mani anche una bottiglietta piena d’acqua: “Ringrazio comunque il sindaco, gli vogliamo bene anche se, comunque”, per l’ordinanza “anti pipì” dei cani “resto contrario”.

L'articolo “Bottiglia d’acqua per la pipì del cane? No, a Cagliari la mia Candy la fa solo sull’erba” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.