Non solo i residenti, anche i turisti scappano di B&B di Cagliari lasciando recensioni negative. Il racconto oggi da parte di Enrico Marras, presidente del comitato Rumore No Grazie nel corso dell seduta della commissione Attività produttive.“Dopo mesi di paradiso riecco l’inferno”, ha dichiarato Marras; “alla Marina come in via Dante, ovunque baccano. La situazione è esplosa. Il progetto del trasferimento dei locali della movida dalla Marina va bene, ma i tempi saranno lunghissimi e noi abbiamo fretta ora. Si riempiono la bocca sul turismo, ma due B&B di via Mameli e uno della Marina ricevono recensioni negative da clienti in fuga perché non riuscivano a dormire. Siamo scettici”, aggiunge, “su misure come doppi infissi eccetera. Noi chiediamo invece l’applicazione del piano acustico comunale. Il sindaco di Assemini ha chiuso una sala per bambini perché produceva due decibel più del consentito. Qui a Cagliari 20 volte in più: perché Truzzu non fa nulla?”In commissione Attività produttive è partito il confronto tra residenti e associazioni di categoria. Emanuele Frongia, rappresentante Fipe di Confcommercio Sud Sardegna si è detto disposto a trovare un punto di incontro rispetto alle esigenze dei residenti. Il dialogo va avanti. “C’è stato uno tsunami e molte attività rischiavano di sparire e non possiamo lasciare la città senza locali”, dichiara Pierluigi Mannino, presidente della commissione, “ascolteremo tutti e poi faremo una sintesi cercando le soluzioni migliori per tutti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.