Cabras

E l’Enpa invia medicinali

Oltre 15.600 euro sono stati raccolti sulla piattaforma GoFundMe per aiutare il gattile gestito dalla famiglia Barbieri di Cabras e le aziende agropastorali dell’Oristanese danneggiate dagli incendi. L’iniziativa, chiusa nelle scorse ore, è stata promossa dall’associazione Gli Amici di Tomy e Romy.

“La raccolta”, si legge in una nota firmata da Erika Podda, Anna Locci, Andrea Pala, Emanuela Pistis, Francesca Dessì e Valeria Saba dell’associazione Gli Amici di Tomy e Romy, “è stata avviata domenica 25 luglio come aiuto a un volontario che ha visto distrutto dal fuoco il gattile che curava a Cabras, e ampliata immediatamente, visto il rapido e generoso riscontro, alle popolazioni colpite in quelle ore da devastanti incendi, soprattutto nel Montiferru. Giungevano infatti notizie di incendi vasti e incontrollati, aziende distrutte, animali uccisi, persone in fuga dalle loro case accerchiate dal fuoco, difficoltà nei soccorsi”.

“Il target iniziale di 2.000 euro”, prosegue il comunicato, “è stato così gradualmente sollevato, fino a raggiungere la cifra di 15.000 euro, ancora in fase di accreditamento da parte della piattaforma GoFundMe”.

“I primissimi aiuti sono andati al volontario di Cabras per l’acquisto di derrate alimentari e attrezzature necessarie al sostentamento delle otto colonie feline e una fornitura di prodotti per la cura delle ustioni richiesta dai veterinari dell’Associazione Circolo Veterinario Sardo. Nei prossimi giorni”, continuano i referenti dell’associazione Gli Amici di Tomy e Romy, “si interverrà laddove le autorità competenti indicheranno una maggiore urgenza, presumibilmente con l’acquisto di reti e paletti per recinzioni, mangimi ed altri materiali e prodotti necessari al riavvio delle aziende zootecniche e agricole delle zone colpite”.

“L’associazione”, conclude la nota, “ringrazia tutti coloro che hanno generosamente contribuito. Le ricevute dei versamenti e le fatture di spesa verranno rese man mano disponibili, a garanzia del buon utilizzo dei fondi per un piccolo ma importante contributo ad affrontare una tragedia di cui l’Oristanese e l’intera Sardegna porteranno le cicatrici. I dettagli delle spese potranno essere letti sulla pagina Facebook dell’associazione Gli Amici di Tomy e Romy“.

A Cabras inoltre è arrivato il primo carico di materiali per le ustioni urgenti e i generi di prima necessità destinati al rifugio per cani di una volontaria Enpa e al gattile, entrambi gravemente danneggiati dall’incendio dei giorni scorsi. L’iniziativa è nata per sostenere i veterinari resisi disponibili ad aiutare gratuitamente gli animali ustionati nell’Oristanese. Il carico è stato raccolto dall’Enpa di Ussana, grazie alla solidarietà dei tanti cittadini e amanti di animali che hanno donato beni nei punti raccolta.

All’iniziativa hanno aderito le sezioni Enpa di Ussana, Cagliari e Oristano. “Oggi”, raccontano i volontari Enpa, “abbiamo consegnato a Cabras cibo e parte dei materiali medicali e siamo arrivati fino a Santu Lussurgiu dove si trova il punto di smistamento della raccolta per i veterinari. I danni sono immensi”.

L’Enpa di Oristano è riuscita già a ripristinare il recinto dei cani del rifugio di Cabras, così gli animali sono tornati a casa.

Venerdì, 30 luglio 2021

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 0392

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.