Discriminatorio escludere quelli senza permesso di lungo periodo

(ANSA) - MILANO, 16 NOV - Il Tribunale di Milano ha dichiarato illegittima e discriminatoria l'esclusione dal "bonus asili nido" degli stranieri privi del permesso di lungo periodo e ha ordinato all'Inps e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri di consentire, in tutt'Italia, l'accesso alla prestazione a tutti gli stranieri che soggiornano regolarmente.

Ne danno notizia Asgi (Associazione Studi Giuridici sull'immigrazione), Apn (Avvocati per niente onlus) e Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità) che hanno fatto ricorso alla Magistratura, dopo le vicende dell'assegno famiglie numerose e del "Bonus mamma domani" in cui le associazioni erano riuscite a ottenere la dichiarazione di illegittimità delle norme precedenti.

"Nel caso del bonus asili, l'esclusione era ancora più ingiusta perché dal 2020 il bonus è stato esteso anche alle famiglie facoltose - scrivono - ma non ai cittadini stranieri con permesso ordinario che sono spesso in condizione di maggior bisogno economico e per i quali quindi la possibilità per entrambi i genitori di avere assistenza per i figli piccoli e accedere così al mercato del lavoro è particolarmente importante". Inoltre, "in caso di bambini impossibilitati a frequentare il nido a causa di una condizione di disabilità, la prestazione si traduce in una somma da erogare alle famiglie per le spese di assistenza a casa e, dunque, una esclusione basata esclusivamente sul titolo di soggiorno era particolarmente irragionevole". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.