Bono, nuova impennata con 115 positivi e rischio lockdown: “Provo disprezzo verso chi ha voluto trasgredire”. Bono ripiomba nel caos Covid con 115 positivi e il sindaco Elio Mulas si sfoga così: “Abbiamo dovuto chiudere il nostro paese per ben due volte, e siamo vicini alla terza, perché l’irresponsabilità e la voglia di trasgredire, evidentemente, sono più forti del pensare alla vita del prossimo e alla possibilità che una madre e un padre di famiglia siano costretti a chiudere e non abbiano un introito con cui riuscire a mandare avanti la propria famiglia. Abbiamo mantenuto le scuole chiuse, con la speranza di arginare il contagio tra i bambini, ma tutti sappiamo che i bambini sono quelli che subiscono i comportamenti dei genitori e dei familiari. Grazie a questo atteggiamento di disprezzo delle regole e delle autorità, le quali non vogliono imporre il proprio volere senza criterio o con fare dittatoriale ma solo cercare di salvaguardare la salute dei più fragili e non solo, siamo arrivati ad oggi, dove l’Ats ha comunicato la sospensione della campagna vaccinale degli over 80. Hanno sospeso la campagna vaccinale dei nostri anziani, che sono i più fragili, i più bisognosi, quelli che da un anno stanno vivendo in solitudine per salvaguardare sé stessi. Grazie a questo li abbiamo privati, di nuovo, della possibilità di poter vivere questo periodo pandemico in modo più sereno”, le parole del sindaco Elio Mulas in una nota ufficiale diffusa oggi. 

L'articolo Bono, nuova impennata con 115 positivi e rischio lockdown: “Provo disprezzo verso chi ha voluto trasgredire” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.